Covid: dimezzati i consumi culturali nel 2020

Nuova-coppa-pianisti-sala-fenice-coneronews24-2

Crolla la spesa per gli spettacoli (-47%)

L'Osservatorio di Impresa Cultura Italia-Confcommercio, in collaborazione con Swg trasmette dati preoccupanti per quanto riguarda la fruizione di cultura nell'era Covid-19: i consumi di beni e servizi culturali si sono dimezzati passando da 113 euro di spesa media mensile per famiglia di dicembre 2019 a circa 60 euro a dicembre 2020.


Per il Presidente di Impresa Cultura Italia-Confcommercio, Carlo Fontana, “i dati della nostra indagine sono senza dubbio allarmanti con una riduzione dei consumi culturali del 47% e una spesa mensile per famiglia che è crollata a 60 euro nel 2020. E sono dati che ci rappresentano tutta la drammaticità della situazione delle attività culturali nel nostro Paese. E’ stata fatta una politica di ristori, ma non è sufficiente. Oggi è necessaria una strategia con una serie di interventi che consentano una ripartenza delle nostre attività perché la popolazione non può essere ancora per lungo tempo privata di quello che è anche un nutrimento dello spirito”.

Fonte: AgCult

comments powered by Disqus