Delega Spettacolo, relatore Rampi (Pd): Approvarla parallelamente alla Manovra

Kyle-head-p6rntdapbuk-unsplash

Le commissioni Cultura e Lavoro del Senato dovrebbero cominciare la prossima settimana l'esame dei 47 emendamenti presentati al ddl


Accelerare i tempi di approvazione del disegno di legge Delega al governo in materia di spettacolo, in modo da chiudere la partita al Senato parallelamente alla Manovra. E' la linea auspicata da Roberto Rampi (Pd), relatore insieme a Nunzia Catalfo (M5S) del ddl nelle commissioni riunite Cultura e Lavoro di Palazzo Madama. Alla Delega sono stati presentati 47 emendamenti, le votazioni dovrebbero iniziare la prossima settimana. "Con una seduta fiume, magari anche con qualche appuntamento serale, la questione potremmo chiuderla in una settimana, al massimo due", spiega Rampi.

I relatori hanno presentato un emendamento che introduce nell'ordinamento italiano l'istituto della indennità di discontinuità, cioè uno strumento che riconosce il tempo di "non attività" come tempo di "lavoro preparatorio, formazione e studio" connaturato e indispensabile a chi svolge un lavoro delle arti performative. "Nella Legge di Bilancio c'è un capitolo dedicato all'indennità di discontinuità che va rinforzato e vedremo come si incrocerà con la norma proposta nella Delega - spiega Rampi -. Per questo la migliore soluzione è approvare la Delega in parallelo alla chiusura della Manovra in Senato. Le due cose si tengono l'una con l'altra e andrebbero portate a termine insieme. In questa maniera verrebbero garantiti due aspetti: una valida funzione dell'indennità di discontinuità e la rapidità dei tempi".

Fonte: AgCult

comments powered by Disqus