PESARO, DA GIOVEDÌ 30 GIUGNO AL PARCO MIRALFIORE NELLO CHAPITEAU DI CIRCO EL GRITO TUTTA LA MAGIA DI STUPOR CIRCUS

Uomo_calamita_ph_laura_salvinelli

Circo El Grito torna a Pesaro da giovedì 30 giugno e fino al 17 luglio con la quarta edizione di Stupor Circus, festival internazionale di Circo Contemporaneo promosso dal Comune di Pesaro con l’AMAT che nelle 22 giornate di spettacolo offre l’occasione a spettatori di tutte le età di conoscere un aspetto del circo contemporaneo mai visto prima. Si ampliano le location del festival, tutte al Parco Miralfiore che oltre al suggestivo Chapiteau di Circo El Grito, allestito per l’occasione nel parco, comprendono il Teatro Roulotte e il Teatro Ambulante


Uno chapiteau stracolmo di poesia e fantasia il 30 giugno, l’1, 3 e 4 luglio attende il pubblico con il primo appuntamento L’Uomo Calamita nel quale Circo El Grito e Wu Ming Foundation incrociano nuovamente i loro sentieri dando vita a uno straordinario spettacolo di circo contemporaneo, illusionismo, musica e letteratura scritto e diretto da Giacomo Costantini. Un supereroe assurdo che combatte l’assurdità della guerra, tra funambolismi del corpo e della lingua, in uno spettacolo che fonde i gesti di un circense con le frasi di un racconto e le note di uno spartito. Tra spericolate acrobazie, colpi di batteria e magie surreali, la voce dal vivo di Wu Ming 2 guida lo spettatore in una vicenda tra storia e fantasia, quella di un circo clandestino durante la Seconda Guerra Mondiale. L’11settembre 1940 con una circolare telegrafica, il capo della polizia ordina che vengano controllati tutti i carrozzoni, i circhi e le carovane, affinché “vengano rastrellati e concentrati sotto rigorosa vigilanza”. L’Uomo Calamita e altri fenomeni da baraccone si ritrovano così senza tendone, senza lavoro e ricercati dalla polizia. Lena - una bimba di otto anni - si ritrova invece senza il suo supereroe preferito e senza lo spettacolo che attendeva dall’anno prima. Per sfuggire alla persecuzione, i circensi sono costretti a darsi alla macchia ma, con l’aiuto di Lena, useranno i propri poteri, l’astuzia e il magnetismo per combattere il nazi-fascismo. In scena l’Uomo Calamita sarà alle prese con i suoi superpoteri, lasciando il pubblico col fiato sospeso mentre prova in segreto i suoi pericolosi esercizi di equilibrismo magnetico. Wu Ming 2 non solo racconta la loro storia ma ne prende parte. Sarà lui a cimentarsi in un esercizio dalla cui riuscita dipenderà la vita dell’Uomo Calamita, che in uno dei suoi numeri è incatenato, appeso per i piedi, immerso dentro una vasca d’acqua.

Stupor Circus prosegue il 5 e 6 luglio con Clown in libertà di Teatro Necessario, sempre allo chapiteau, con Officina Oceanografica Sentimentale della compagnia Samovar dall’8 al 10 luglio nel Teatro Roulotte e sempre nello chapiteau dall’8 al 10 luglio è in scena Liminal di Circo El Grito, un progetto di e con Fabiana Ruiz Diaz e dal 12 al 14 luglio Il circo delle pulci del professor Bustric. Samovar presenta Contrappunto dal 14 al 17 luglio nel Teatro Ambulante e dal 15 al 17 luglio allo chapiteau La 8ème balle di Zenzero e cannella conclude la quarta edizione di Stupor Circus.


L’Uomo calamita è scritto e diretto da Giacomo Costantini, testo e libro originale** Wu Ming 2, musiche **Cirro, luci Domenico De Vita, costumi Beatrice Giannini, occhio esterno Fabiana Ruiz Diaz, Giorgio Rossi, Tonio de Nitto, consulenza alla drammaturgia Luca Pakarov, scenografie e attrezzi di scena Simone Alessandrini, ADIF Design, produzione Circo El Grito, realizzata grazie al sostegno del Ministero della Cultura e Regione Marche.


Biglietti e Informazioni

Biglietti 12 euro, 8 euro ridotto fino a 14 anni

Biglietteria Teatro Sperimentale
Tel.: 0721 387548

Tipico.Tips
Tel./Cell.: 0721 34121 – 340 8930362

Biglietterie circuito AMAT / vivaticket anche on line
Tel.: 071 2072439

Inizio spettacoli ore 21:30

comments powered by Disqus