RENATA TEBALDI, DONNA E ARTISTA

Social_quadr._tebaldi_-_media

WKO per “Tebaldi 100”

Giornata dedicata al grande soprano. Pesaro, Palazzo Montani Antaldi 7 agosto, tavola rotonda alle 17:00 e concerto lirico alle 21:15

Cent’anni fa, il primo febbraio del 1922, nasceva a Pesaro una delle più grandi, famose e amate cantanti liriche di tutti i tempi: il soprano Renata Tebaldi.

Per celebrare la memoria di questa artista unica e per farla conoscere al grande pubblico, la “Renata Tebaldi Fondazione Museo” si è fatta promotrice del comitato “Tebaldi100”, composto da un numero vastissimo di Istituzioni prestigiose e di singoli che a diverso titolo rappresentano nel campo del Melodramma un riferimento internazionale di assoluto livello di riconoscibilità: dai Comuni che hanno caratterizzato la vita e la carriera di Renata Tebaldi ai Teatri Lirici ed Istituti Culturali italiani e internazionali che l’hanno acclamata, dai grandissimi protagonisti viventi del Melodramma a coloro che l’hanno conosciuta e frequentata. Tra questi il Comune della sua città natale, Pesaro, che ha programmato, in collaborazione con associazioni ed enti del territorio, una serie di appuntamenti nel corso del 2022.

In questo ambito la WunderKammer Orchestra le dedica la giornata di domenica 7 agosto con l’iniziativa “RENATA TEBALDI, DONNA E ARTISTA”, una tavola rotonda e un concerto a Palazzo Montani Antaldi a Pesaro, con il patrocinio del Comune di Pesaro, Assessorato alla Bellezza, la collaborazione della Fondazione Cassa di Risparmio di Pesaro, il contributo di Sistemi Klein (main sponsor), Banca Popolare Valconca, Rotary Pesaro Rossini e la collaborazione di Ceramiche Bucci, Giardino di Santa Maria, Roberto Valli Pianoforti, UP Studio.

Tebaldi 100
Il fil rouge è quello indicato dalla stessa Fondazione Museo Tebaldi: creare eventi ‘divulgativi’ intorno alla figura del celebre soprano per celebrarla ma anche per riconoscere il Melodramma come strumento di “straordinaria promozione della cultura italiana nel mondo”. “L’assoluto prestigio mondiale che dal 1944 al 1976 è stato attribuito a Renata Tebaldi l’ha trasformata in una figura simbolica italiana al pari dei più grandi artisti della storia della cultura di ogni epoca”: quale miglior veicolo, quindi?

La tavola rotonda
Alle 17:00 nell’Auditorium di Palazzo Montani Antaldi (ingresso libero), la WKO apre le ‘sue’ celebrazioni con una tavola rotonda - di contenuto specialistico ma di registro divulgativo - dal titolo “RENATA TEBALDI NELL’OPERA LIRICA E NELLE CRONACHE DEL NOVECENTO”.
Testimonianze e filmati per far luce su statura artistica, carriera, repertorio e ruolo della Tebaldi nell’evoluzione della vocalità del ventesimo secolo, sugli aspetti tecnici riguardanti la sua vocalità, sull’eredità artistica e sul ruolo come donna e come ‘diva assoluta’ nel costume e nella società del Novecento e ai fini della popolarità dell’Opera stessa.
Ne parleranno Michael Aspinall, musicologo e storico della vocalità, docente e cantante lirico, che collabora da circa vent’anni con il Rossini Opera Festival, Carla Maria Casanova, giornalista e scrittrice, autrice della biografia ufficiale di Renata Tebaldi commissionata dalla stessa artista, Alessandra Rossi, soprano, docente di canto e referente artistica della Divisione Opera della WKO, e Oreste Bossini, critico musicale, giornalista e scrittore. Modera il presidente della WunderKammer Orchestra, Stefano Gottin.

Il concerto
Dopo il forum, alle 21:15, nel Cortile d’onore di Palazzo Montani Antaldi, “OMAGGIO A RENATA TEBALDI”, concerto solistico con il soprano Diana Gouglina. Bulgara, recente Elektra di Strauss a Palermo, si esibirà in un programma ‘tebaldiano’ accompagnata dal pianista Lorenzo Bavaj, solista di profilo internazionale, che dal 1989 accompagna José Carreras al pianoforte nei teatri d'opera e nelle sale da concerto più famosi del mondo.
Si ascolteranno “La regata veneziana”, ossia tre delle dodici canzoni per voce e pianoforte, Soirées musicales, di Rossini, “Pace mio Dio” da La forza del destino di Verdi, “Il est doux, il est bon” da Hérodiade di Massenet. Il pianoforte solo del Valse Coquette di Leoncavallo interrompe la sequenza del soprano che riprende poi con un vero cavallo di battaglia della grande Tebaldi, “Ecco, sospiro appena…. Io son l’umile ancella” da Adriana Lecouvreur di Cilea. A chiudere due arie di Puccini, “Tu, tu piccolo iddio” da Madama Butterfly e “Sola, perduta, abbandonata” da Manon Lescaut.

Biglietti
Intero: posto unico € 15,00
Ridotti: soci WKO e WKO-ADA, Rotary Pesaro Rossini - under diciotto, € 10,00; under dieci, € 1,00.
Servizio biglietteria: da un’ora prima dell’inizio del concerto presso Palazzo Montani Antaldi
Biglietteria online www.ticketnation.it

Info e Prenotazioni
cell. 366-6094910 (WKO)
email. info@wunderkammerorchestra.com www.wunderkammerorchestra.com

comments powered by Disqus